Zeppole di S. Giuseppe al forno, con crema senza uova (150 kcal) // Skinny and sugar free italian Choux-pastries

by - 21 febbraio

[ENGLISH BELOW]
Le pasticcerie delle mie parti ne sono già piene: le zeppole di S. Giuseppe sono un dolce imprescindibile del periodo e infatti la mia piccola tradizione è quella di mangiarne una a colazione per il mio compleanno, che cade proprio a Marzo. Io le amo, ma di solito sono fritte e un po' pesanti: la mia versione è light, senza zucchero e lattosio e si preparano facilmente stando attenti alla cottura. Provatele anche se siete a dieta, sono buonissime!




LE ZEPPOLE!
Ho sempre avuto un po' di timore nel preparare le zeppole, la pasta choux è una preparazione di base che mi sembrava complicatissima: trovare la giusta consistenza, non sbagliare la cottura ché sennò si ammosciano, tenere conto dell'umidità in fase di raffreddamento... e in effetti mi sento molto lontana dalla riuscita perfetta (un po' si sono appiattite) però devo dire che mi sono piaciute da morire e mi sono divertita molto nel prepararle! Inoltre, contrariamente a quel che si potrebbe pensare, se non vengono fritte sono naturalmente molto leggere. La pasta choux non contiene zucchero e anche con la crema si può giocare... infatti ne ho preparata una versione senza uova (mi sembravano abbastanza quelle delle zeppole!), senza glutine e senza lattosio. Neanche a dirlo, sono sparite in men che non si dica e sto già pensando di rifarle...

CONSIGLI:
La prima cosa che ho fatto - non avendole mai preparate - è stato guardare qualche video su Youtube per capire che consistenza dovesse avere la pasta. Capito quello possiamo metterci all'opera: non so dirvi se vi serviranno 4 o 5 uova, mettetene una alla volta perché dipende dalla loro grandezza, incorporatele bene e cercate la consistenza liscia e cremosa. Un'altra cosa fondamentale è la cottura: non aprite per nessuna ragione il forno prima dei 40 minuti, il rischio che si sgonfino è altissima, ma vederle crescere è come ammirare una magia!




INGREDIENTI (per 10 zeppole medio/grandi):

per la pasta choux:

  • 150 gr di Farina 00
  • 150 gr di Acqua
  • 100 gr di Burro di Soia
  • 4/5 uova
per la crema:

  • 250 gr di Latte a scelta
  • 40 gr di Farina di Riso
  • 3 cucchiai di Eritritolo (o zucchero) https://amzn.to/2Nf8uBw
  • 1/2 cucchiaino di Curcuma in polvere (per il colore)
  • Essenza alla vaniglia

PROCEDIMENTO:

  1. Iniziamo preparando la crema. Sciogliamo la farina e l'eritritolo nel latte, mettiamo nel pentolino e portiamo ad ebollizione mescolando con una frusta. Quando è quasi pronta aggiungiamo anche la curcuma - potete ometterla, ma renderà la crema gialla - e l'essenza di vaniglia. Appena fa le bolle spegniamo e versiamo in una ciotola coperta di pellicola.
  2. Per le zeppole mettiamo a scaldare in un pentolino l'acqua con il burro di soia. Inizialmente tenderanno a separarsi, lasciamo cuocere mescolando di tanto in tanto. Quando inizierà a bollire versiamo di colpo tutta la farina e mescoliamo velocemente con forza: non devono esserci grumi di farina, l'impasto deve staccarsi dalle pareti e formare una palla. Lasciamo intiepidire.
  3. A questo punto possiamo aggiungere una alla volta le uova nell'impasto. Mescoliamo bene, se serve anche con delle fruste elettriche. Potrebbe volerci un uovo in più, a seconda della grandezza. Teniamo conto che la consistenza deve essere simile a quella della crema pasticciera classica. Mettiamo l'impasto in una sacca da pasticciere e formiamo le zeppole disegnando dei cerchi (io faccio due giri o anche tre) su una teglia foderata da carta forno. Distanziatele perché raddoppieranno in cottura.
  4. Preriscaldiamo il forno a 220° in forno statico. Inforniamo e abbassiamo a 200°. Lasciamo cuocere per 20 minuti, dopodiché abbassiamo a 180° e facciamo cuocere altri 20. Apriamo lo sportello e teniamolo semi-aperto infilando qualcosa tra il forno e lo sportello (io uso un mestolo di legno) e continuiamo la cottura per altri 5 minuti. Spegniamo il forno tenendolo sempre semi-aperto. Una volta che le zeppole sono tiepide tiriamole fuori e facciamole raffreddare su una gratella.
  5. Ora possiamo farcirle con la crema e delle fragole oppure le classiche amarene sciroppate. Si conservano uno o due giorni sotto una campana di vetro, dopodiché tenetele in frigo!




Se rifai una mia ricetta, citami tra le tue fonti: è importantissimo per me.
Puoi anche taggarmi su Instagram o Facebook, condividerò la tua creazione!


E' online il mio EBOOK di ricette inedite!
All'interno troverai tante alternative vegan, senza zucchero o per intolleranze.
♥ Per comprarlo visita www.mandarinashop.it 






INGREDIENTS FOR S. JOSEPH PASTRIES (lactose and sugar free), 10 servings for 150 kcal each:

for the base:

  • 150 gr All purpose Flour
  • 150 gr Water
  • 100 gr Soy butter
  • 4 or 5 medium eggs
for the custard:

  • 250 gr Milk
  • 40 gr Rice Floud
  • 3 tbsp Erythritol
  • 1/2 tsp powdered Turmeric (just for the color)
  • Vanilla extract

DIRECTIONS:

  1. Let's start by preparing the custard. Dissolve the flour and erythritol in milk, pour in the saucepan and bring to boil by stirring with a whisk. Add turmeric and vanilla extract. As soon as it boils pour into a bowl and cover with a film.
  2.  For the pastries base let's heat the water with the soy butter. They will tend to separate, no problem, cook it by stirring. When it starts to boil pour all the flour and start mixing quickly. Let it cool.
  3. Now we can add the eggs just one at time. Mix well, it could take an extra egg or one less just find the creamy texture. Put the mixture in a pastry bag and make the pastries drawing circles with the dough on a baking sheet lined with parchment paper.
  4. Now this is important: preheat the oven at 220°c static oven. Put the sheet in and low at 200°, cook for 20 minutes. Low to 180° and cook another 20 minutes. Open the oven door and keep it semi-closed (I use a wooden spoon), continue cooking for 5 minutes.
  5. Turn off. Once they are warm, let's get them out and let them cool on a wire rack. Now serve with the custard and strawberries (or cherries in syrup as tradition).




Vienimi a trovare su:
FacebookInstagram (faccio Stories ogni giorno!) , ETSY o Youtube.
Sarò felice di ricambiare il saluto!



You May Also Like

0 commenti